CONSIGLI DI STILE

Arredare casa in stile classico: la sobrietà e l’eleganza dei tuoi ambienti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

La tua casa è la tua persona, rispecchia quello che sei, parla di te. Se lo stile minimal non fa al caso tuo, se non ti ritrovi nello stile moderno o non ami l’atmosfera che ricrea lo stile vintage, allora puoi optare per lo stile classico.

Questo stile è accogliente e caldo, fascinoso e incantevole. Gli elementi che lo definiscono sono tanti e per ricrearlo alla perfezione bisogna tenerli tutti presenti.

Tra le peculiarità dello stile classico c’è il legno, il suo colore e il suo calore, le decorazioni, che si ispirano al passato, i colori, per lo più neutri.

Lo stile classico comprende altri stili da quello rustico a tutti quelli che hanno caratterizzato le varie epoche (stie Luigi XVI, stile Liberty, stile barocco, stile vittoriano e tanti altri).

Ritrovarsi nello stile classico: un viaggio tra eleganza e lusso

Lo stile classico non tramonta mai, veste la casa senza essere mai considerato fuori moda. Resta sempre simbolo di eleganza, pregio e lusso. A caratterizzarlo ci sono i pezzi d’antiquariato o pezzi di nuova produzione ottenuti con tecniche d’arredo simili a quelle del passato.

Questo stile non ricerca la praticità o la funzionalità ma la bellezza autentica, da sempre dichiarazione di un determinato status socio-economico, nonché di un certo gusto. Prevale quindi l’estetica accompagnata dal calore e dall’agiatezza.

Scopriamo come arredare una casa in perfetto stile classico.

Elementi identificativi dello stile classico

materiali che prevalgono in questo stile sono per lo più quelli naturali. Per i pavimenti la scelta deve ricadere su legno, cotto, granito, marmo, mosaici in vetro o pietra. Per le pareti la scelta può essere fatta tra intonaco con colori neutri, carta da parati, pietra o boiserie in legno. Piani di lavoro e ambienti interni possono essere caratterizzati da realizzazioni in muratura e su misura.

Anche per l’arredamento devono essere scelti gli stessi materiali: legno, pietra, vetro, marmo o granito o ferro battuto.
Molto importanti in questo stile sono i tessuti, via con il drappeggio, sete, velluti decorati per rivestire sedie, divani o poltrone ma anche per le tende.

A caratterizzare lo stile classico ci sono anche i colori, principalmente le essenze del legno seguite da quelli della pietra e del cotto. Per gli ambienti come la cucina è possibile optare per tinte pastello e colori tenui.
Per le decorazioni, fondamentali nello stile classico, è possibile optare per intarsi, volute, colonnine o alti e bassi rilievi. No ai contrasti e ai colori troppo vivaci.

Come sistemare i mobili?
Lo stile classico “impone” pulizia e regolarità per cui la maggior parte dei mobili sono appoggiati contro le pareti, tranne i tavoli e i divani. Nessun tipo di arredamento o complemento trova posto al centro della stanza, lo stile classico vuole spazio.

Spesso è possibile trovare delle commistioni dello stile classico, fatte per adattarlo alle esigenze del vivere moderno. Si assiste così alla nascita di uno stile ibrido, il classico contemporaneo, in cui i materiali restano gli stessi ma cambiano i colori. I mobili vengono “alleggeriti” e liberati da intarsi e alto rilievi, le tonalità si ravvivano.

Lo stile classico tra i fornelli

A dominare, in una cucina in stile classico, è il legno, solitamente di buona qualità, accompagnato da top in marmo o in pietra. I dettagli sono in ceramica e le maniglie argentate o anticate. Una cucina classica non rinuncia alla comodità degli elettrodomestici che solitamente hanno uno stile retrò. Frigorifero, forno o lavastoviglie sono ad incasso e solitamente camuffati dietro ante lignee che creano continuità con lo stile della cucina.
Nella cucina in stile classico trova sicuramente posto il tavolo da pranzo, grande e comodo, accompagnato da tavoli e sedie, e non possono mancare madie, piattaie e credenze. Completano l’arredamento della cucina classica gli accessori in legno, come mestoli, contenitori e taglieri, tutti rigorosamente in legno.

Soggiorno in stile classico, spazio all’eleganza

L’eleganza senza tempo del soggiorno in stile classico si caratterizza per l’assenza di contrasti, cromie calde e legno. Il design raffinato dei mobili si sposa alla perfezione con gli intarsi e le decorazioni, con i divani dalla forma arrotondata e braccioli lavorati. I divani, se sono due o più, devono essere disposti frontalmente e preferibilmente con un tappeto e un tavolo da caffè tra di loro.

Spazio ai soprammobili e agli accessori, magari in oro o in argento. Perfetta la presenza di un bel lampadario.

Grande importanza anche alle tende e ai complementi d’arredo. Le tende devono essere realizzate in stoffe importanti nei colori del beige, avorio, senape, giallo paglierino e decorazioni di bande verticali. Stessi colori  per le pareti.

Riposo nel lusso: camera da letto in stile classico

Anche per la camera da letto in stile classico la scelta deve ricadere su eleganti e raffinati mobili in legno. I colori principali per questo ambiente sono il bianco e il legno che creano un effetto elegante, pulito e fresco. Gli armadi in legno si caratterizzano per le ante battenti a tutta altezza.

Per dare a questo ambiente un allure accogliente e piacevole è necessario che le linee di armadio, letto e comò siano armoniche. Per la scelta del lampadario si può optare per quello a sospensione, elegante e raffinato. Non dimenticate lo specchio, semplice o con finiture complesse. Completano il quadro accessori di design come statue, stampe, scaffali e vasi.

Bagno in stile classico

Anche nel bagno in stile classico primeggia il legno massello, di ottima qualità. Al legno possono affiancarsi altri due materiali: ceramica e ottone. A differenza delle altre stanze, che richiedono decorazioni, sia sui mobili, che sui pavimenti che sulle pareti, in bagno si deve prestare molta attenzione a praticità e tecnologia nella scelta di mobili, rivestimenti e pavimenti.

I mobili per un bagno in stile classico devono essere in legno, preferibilmente con ante decorate con cornici di riquadro. Il colore deve essere quello del legno scuro, ciliegio oppure noce, ma si può optare anche per bianco, beige, grigio o nero.

Per il lavabo del bagno in stile classico solitamente si preferisce quello incassato nel mobile e realizzato in ceramica bianca, con linee sinuose.

Le piastrelle, in questa tipologia di bagno, devono essere di colore chiaro, sia per conferire luminosità alla stanza, sia dare l’illusione ottica di una stanza più grande. Per il pavimento vanno rispettate le stesse regole. I più audaci possono optare anche per una carta da parati con motivi floreali, cementine decorate o una boiserie a mezza altezza.

La doccia, elemento meno classico, dovrebbe essere nascosta da una struttura in muratura (stesso discorso per vasca da bagno a meno che non si opti per una vasca modello freestanding con piedi a zampa di leone).

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi